25 giugno 2012

Biscotto-do


Penso che ognuno di noi abbia della caratteristiche intrinseche e immodificabili scritte nel DNA. Per quanto ci diamo da fare per nasconderle, modificarle, limarle o più semplicemente accettarle, restano impresse nei nostri atteggiamenti, come il marchio a fuoco su una forma di parmigiano.
Sono ormai persuasa del fatto che il mio marchio sia l'anticonformismo. Spesso questo termine viene usato con una connotazione negativa e associato agli snob o ai polemici a quelli, tanto per intenderci, a cui non va mai bene nulla e hanno sempre da ridire su qualcosa. Per quanto mi riguarda posso solo garantire di essere lontana anni luce dall'essere snob ma ammetto ogni tanto di essere un filino polemica ma più che altro perchè di fronte a delle situazioni o a delle affermazioni non riesco proprio a stare zitta.
E se essere anticonformista significa ritrovarsi a volte (da sola) fuori dal 'coro', allora lo sono. Sono allergica alle tradizioni, non mi piace il Natale e non lo festeggio, non festeggio neppure compleanni, anniversari, ricorrenze e non faccio e non voglio regali per quelle occasioni (ma ve lo confesso: adoro i regali a sopresa, quelli che arrivano in momenti che non hanno nulla a che fare con la circostanza segnata sul calendario); non amo fare le gite fuori porta nei fine settimana ma solo perchè n0n riesco a concepire le code chilometriche del rientro in città; detesto i luoghi affollati come le spiaggie della domenica, i centri commerciali e i parchi in estate (forse per la promiscuità che vivo tutti i giorni in metropolitana?); al cinema ci vado ma allo spettacolo delle 16 o delle 18 e un pò godo quando uscendo dalla sala (dove sono stata in compagnia di poche persone e senza 'sgranocchiatori' di patatine e pop-corn) vedo interminabili file alla casse. Non faccio il pic-nic a Pasquetta e non vado al cinema il giorno di Santo Stefano. L'ultimo dell'anno emigrerei in una grotta a fare compagnia all'eremita che la abita e non mi interessa seguire la moda. Ai matrimoni ci andrei in jeans e scarpe comode e se mai mi dovessi sposare, organizzerei un matrimonio con ricevimento lampo perchè so già che mi annoierei. E' più forte di me: se le cose sono imposte per abitudine o per tradizione, io scappo come se fossi inseguita dal virus della peste :-)
Così sull'onda di questo 'anticonformismo cronico' e inscindibile dai miei geni, mentre in molte cucine si spengono i fornelli a causa del caldo soffocante di questo inizio estate, io mi chiudo in casa con l'aria condizionata e accendo il forno per preparare questi biscotti invernali al cioccolato che una volta raffreddati, sono gustosi tanto quanto una fetta di cheese-cake o una torta gelato.
Vi devo confessare però, che il biscotto in questione è un pò il pretesto per un omaggio a qualcosa che amo particolarmente. Si tratta dell'arte giapponese dello shiatsu che ho studiato per tre anni e praticato con assiduità e che mi ha dato tante soddisfazioni. Per fare questi biscotti e per praticare lo shiatsu (shi=dito/atsu=pressione) ci vuole un bel pollice
La filosofia alla base dello shiatsu è quella taoista il cui pensiero è rivolto a tutto ciò che accade nell'universo (macrocosmo) che si ripete anche nell'uomo (microcosmo) che altro non è che un universo in miniatura composto dagli stessi elementi, mosso dalle stesse energie e soggetto alle stesse leggi, in una visione unificante. Da questo pensiero nasce la Medicina Tradizionale Cinese che in seguito approda, nel corso del VI secolo d.C. in Giappone in cui troverà largo consenso. Non voglio dilungarmi sui concetti fondamentali come il KI (energia) e sullo YIN e lo YANG che richiederebbero ben più di un post, ma il ricordo di quegli anni trascorsi in seiza (seduta sui talloni) sul tatami mentre mi preparavo a fare un trattamento shiatsu, rimangono indelebili nella mia memoria di shiatsuka. La filosofia orientale è davvero agli antipodi di quella occidentale e mai cosa migliore mi è capitata quando decisi di iscrivermi alla scuola professionale. Il pollice l'ho usato per esercitare una pressione sensibile e cosciente su schiene, gambe, braccia, visi, mani e piedi; l'ho usato per comunicare ma allo stesso tempo per ricevere le sensazioni che il corpo era in grado di trasmettermi. Un pò come la materia di cui è fatta la cucina: si schiaccia, si preme, si spreme, si deforma e si riforma, ogni volta con un risultato diverso frutto dell'intezione che avevamo prima di iniziare cucinare. Lo shiatsu è bellissimo, ed è un viaggio dentro noi stessi che almeno una volta varrebbe la pena provare, quasi quanto la cucina.  :-)

Biscotto-do 
"La via che conduce al biscotto"

Omaggio allo shiatsu e alla mia carissima amica blogger Valentina di 'Ritroviamoci in cucina', distante da me mille+mille km ma affine nei pensieri, nelle idee e nell'entusiasmo (la ricetta è sua con qualche mia variazione).
  
Per circa 50 biscotti

125 gr di burro
1 uovo
80 gr di zucchero di canna (quello marrone scuro e umido)
70 gr di fecola di patate
30 gr di cacao amaro
150 gr di farina 00
mezzo bacello di semi di vaniglia

Per la ganache:
120 gr cioccolato fondente
50 gr di latte intero
50 gr di miele di acacia 

Fate sciogliere nel microonde il burro senza farlo friggere, quindi aggiungete l'uovo, 80 gr di zucchero, 70 gr di fecola di patate, 30 gr di cacao amaro, 150 gr di farina 00 e i semi della vaniglia. Mescolate con cura poi infarinate il piano di lavoro e lavorate l'impasto con le mani fino a che gli ingredienti non si saranno amalgamati. Non dovreste aver bisogno di aggiungere altra farina perchè l'impasto dovrà staccarsi dalle mani restando però molto morbido.
Foderate una placca con carta da forno e formate delle palline grandi quanto una noce e disponetele sulla placca. A differenza di altri biscotti, non dovrete avere l'accortezza di distanziarle molto tra loro perchè non cresceranno tanto, quindi con un'infornata potrete cuocere parecchi biscotti. Con il dito premete al centro di ogni noce con decisione, ma delicatamente, assaporando l'istante in cui il pollice affonda nell'impasto e in quel momento voi sarete il biscotto :-)
Infornate a 180° per 15 minuti, quindi tirateli fuori e fateli raffreddare completamente su una graticella.
Per la preparazione della ganache, spezzettate il cioccolato in piccolissime scaglie e fondetelo a bagnomaria aggiungendo 50 gr di latte intero caldo in cui avrete fatto sciogliere 50 gr di miele (PS: la ricetta originale di Valentina prevedeva il glucosio, ma non avendone in casa l'ho sostituto con il miele. In questo modo la ganache, una volta asciutta, manterà una lucentezza maggiore rispetto a quella preparata senza uno di questi due ingredienti).
Non potrete versare immediatamente la ganache nei buchi dei biscotti perchè sarà molto liquida e dovrete aspettare che si addensi in modo da poterla utilizzare senza che coli lungo i bordi. Si può prepararla con un certo anticipo in modo da averla pronta una volta raffreddati i biscotti. Usare un sac-a-poche o un cucchiaino per riempire i buchi.
 

100 commenti:

  1. proprio un gran bel biscotto, golosissimo per inizare bene la settimana con una grande prima colazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e che colazione! Io con dei biscotti così forse tiro fino alla merenda :-P

      Elimina
  2. Buono e invitante, complimenti :) I biscotti con lo zucchero di canna nell'impasto sono i miei preferiti :)
    Mi ritrovo in molte cose che hai detto.. fare qualcosa perché ci va e non perché così si fa... non sia mai... Un abbraccio e buon inizio settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco brava, lo zucchero di canna da una certa consistenza 'croccante' che lo zucchero semolato non dà. Oppure è una mia impressione?! Buon proseguimento settimana a te. Baci

      Elimina
    2. Giustissimo, è proprio quello che mi piace!
      E nei cookies americani, invece, dà un effetto "chewy" che non mi dispiace affatto! ;)
      Bacioni :)

      Elimina
  3. allergia ai regali a comandamento: celo
    allergia alle gite domenicali: celo
    allergia alle spiagge: celo
    allergia ai pic-nic di pasquetta: celo
    allergia al capodanno: celo
    allergia alla moda: celo

    l'unica che mi manca è l'allergia al natale: ebbene, la bambina che è in me non resiste, nonostante razionalmente mi stia sulle scatole, alle prime canzoncine e lucine lampeggianti mi vengono i sospironi :°(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ucci cara, pensa che la mia 'allergia' è proprio iniziata dal Natale e quando inizio a vedere le prime luminarie (al 15 di settembre!! sigh, sempre prima) inizio a grattarmi... :-)

      Elimina
  4. Il pic-nic di Pasquetta, il mare la domenica, i ricevimenti dei matrimoni... mi rivedo in molte cose! E ti dirò che, invecchiando, la nota polemica in me tende ad aumentare. Ma ho commesso un terribile errore: non ho l'aria condizionata in cucina. E questo, credimi, è un grossissimo limite nell'uso del forno in questi giorni "scipioneschi". Così questa ricetta finisce dritta dritta nel "to do" book.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me va di lusso perchè ho una cucina a vista sul soggiorno quindi sfrutto il fresco per entrambi gli ambienti (e d'inverno scaldo il soggiorno con il forno) Attendo la tua opinione per novembre :-)

      Elimina
  5. Le foto le trovo deliziose! Sai che sono un'appassionata di sfondi chiari! ;)
    Anche i biscotti "shiatsu" sono deliziosi, da acquolina anche se qui a Palermo c'è un caldo che si schiatta! Mi piace anche il tuo anticonformismo cronico, che per la cronaca è molto vicino al mio! ;)
    Un bacio cara...

    ps. Mi sono fatta una brava concorrente...continua così! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ooohhh!!! Un tuo parere 'professionale' sulle mie foto mi fa solo che bene, ma dacci dentro con le critiche se pensi sia il caso perchè sono tutta orecchi! :-) grazie!
      PS: Io concorrente? Tsk! Forse tra 20 anni... forse...
      Un abbraccio.

      Elimina
  6. Le file kilometriche il fine settimana le odio quindi si usa la moto...il natale mi piace ma non esagerato con mille decorazioni e biscotti a tema...il cinema lo adoro ma ucciderei i mangiatori di pop corn con la bocca piena...sono unaromanticona quindi i matrimoni li adoro anche se alcuni sono VERAMENTE NOIOSI e superficiali! il mare d'estate lo amo ma amo il mare straniero perchè odio la spiaggia con mamme che urlano al figlio e giocatori di racchettoni che urlano come se fossero al mega campionato del mondo! va beh a perte questo ho in archivio questa ricetta da tempo ma non mi sono ancora decisa a farla, la trvo splendida e bellissima! io accendo sempre il forno! ti auguro una bellissima giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, dai, mi sembrano degli ottimi compromessi quelli che attui per evitare code e spiagge affollate :-) Io invece sono davvero un 'orso' insensibile di fronte a certe consuetudini, però mi capita di commuovermi guardando i documentari...vale lo stesso?! A questo punto ti auguro una splendida serata. Un abbrazzio

      Elimina
  7. Ti dico solo che ci devono avere separate alla nascita :-))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so come, ma ho avuto questo sospetto leggendo i tuoi post (soprattutto l'ultimo). Oltre al fatto che dove vivi tu, la tradizione ti ingabbia a doppia mandata!! Un abbraccio

      Elimina
  8. non non sono troppo anticonvenzionale, alcune feste comandate pero'le eviterei anche io.ma su un punto non transigo.forno acceso anche con il caldo!!!!ottimi questi biscottini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco vedi, sei una coraggiosa pure tu! Io non rinuncerei al forno neppure a 45°. Vuoi mettere una focaccia appena sfornata con una bella insalata fresca? O una torta alla frutta leggera per la colazione? O un bel pesce al cartoccio? O a delle polpettine leggere da mangiare come antipasto? Nonononno!! Forno: I love it! :-)

      Elimina
  9. Ma evviva le persone diverse!
    E peccato non poter andare insieme a prendere cioccolata calda con panna, farebbe pendant coi biscotti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato sì, due parole con te le scambierei molto volentieri, solo per capire dove ti vengono le idee per i tuoi post davvero al di sopra delle righe :-)

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. E lo dicevo nell'ultimo post che le righe sono tornate prepotentemente di moda :).
      Ma mica lo sapevo gravitassi intorno a quel di Milano! S'ha da fare, e si può, assolutizzimamente.

      Elimina
    4. sisisi!! Secondo me sei un'artista della parola, quindi ti posso trovare in centro a Milano a fare qualche lavoro geniale... Io ci sono!! :-)

      Elimina
  10. Meraviglia delle meraviglie!!
    ma sai che ti dico, mi piace il tuo anticonformismo perché così, inaspettatamente, ci regali queste perle! :)
    Ecco, passando alle sessioni affollate in metro, se bazzichi in centro potremmo farci un caffé bollente qualche volta, quando vuoi! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Lizzy, e allora troviamoci!!! Il mio viaggio giornaliero è un coast-to-coast (dal capolinea della rossa al capolinea della verde passando per il centro di Milano). Dobbiamo assolutamente incontrarci!! :-)

      Elimina
  11. Ma che bello che hai studiato e praticato lo shiatsu! Non è che ti va di fare un paio di sedute da me, portandoti dietro anche questi biscottini ovviamente? :D
    Anche io uso il forno anche con il caldo: non sono così anticonformista come te, perché alcune (non tutte) tradizioni mi piace seguirle (non per moda ma per sfruttare le occasioni e trascorrere del tempo insieme alla famiglia), ma sul caldo lo sono: non me ne lamento, mi piace, mi piacciono i piatti freddi e ne ho una voglia pazzesca in questo periodo ma il mio forno continua a funzionare anche con temperature tropicali :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eeeeehhh!! Magari. Lo shiatsu mi manca ma dopo che ho cambiato posto di lavoro allontanandomi un bel pezzo da casa ho smesso di praticarlo.
      Penso che la vera differenza in cucina non sia tanto il caldo o il freddo ma la leggerezza dei piatti: se cucini un'insatala con quintali di maionese è sicuramente più faticosa da digerire che un ottima orata al sale. E poi si può sempre cucinare e lasciare intiepidire :-) Bacioni e continuo a seguire i tuoi suggerimenti 'freddi'!!

      Elimina
  12. Il bello di te è proprio questo...che sei un'anticonformista...Oddio, non credevo lo fossi al punto da non festeggiare il Natale e andare al cinema alle 16, ma tutto questo ti rendono proprio te stessa in effetti; e nella tua originalità (che ti rende così interessante) non poteva mancare lo shiatsu!!Non mi stupisce lo sai?:P
    Sei una persona innovativa , che dice le cose come sono ,ed è per questo che mi piaci tanto!
    Ps. Sono chiusa in casa con l'aria condizionata e il forno a acceso, siamo tutti un pò stranoidi in fondo? :))
    Ps. Questi biscottini avevano un'aria familiare in effetti, sono nell'elenco delle cibarie da provare!:*
    Buona settimana ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che questo post mi ha dato da riflettere a posteriori? Forse quello a cui sono 'allergica' non è la tradizione, ma tutto il consumismo che le ruota attorno (da quando ho letto che stanno spingendo i cinesi a festeggiare il Natale anche se loro sono di un'altra religione, solo per farli spendere, ho deciso di entrare in 'sciopero da Natale' per protesta!!) PS: certo che io e te non siamo proprio green quando usiamo il forno con l'aria condizionata :-(

      Elimina
    2. Direi di no, siamo grey!Ma dai, è per una nobile causa :D

      Elimina
  13. ....mangiarne solo uno a colazione ti fa stare bene tutta la giornata!!!:)


    http://profumidipasticci.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e sai che sprint!!! Garantito!! :-)
      Un abbraccio

      Elimina
  14. Oooooohhhh! Questo sì che è un onore!!!
    Inutile che io ti dica che mi sono riconosciuta in tante delle parole che hai scritto
    PS a giorni mi tocca un matrimonio... con sto caldo -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valeeeeee!!! Ma tu sei la mia maestra di pasticceria. E' un omaggio a te, alla tua bravura e alla tua simpatia. Un abbraccio forte.
      PS: per il matrimonio hai tutta la mia solidarietà, soprattutto va a chi sarà costretto con giacca e cravatta :-(

      Elimina
  15. Cara Roberta, la differenza tra una persona coerente e dichiaratamente anticonformista come te ed una che lo è nello spirito ma non nell'atto pratico come me è il mantra " ma chi me l'ha fatto fare", che parte ogni qualvolta mi ritrovo ad accettare di seguire il branco e ritrovarmi nel caos più totale. In passato mi succedeva più spesso, ma si vede che con la vecchiaia ( o saggezza, chiamiamola così va!), ho imparato a rispondere educatamente con "magari un'altra volta" seguito da un sorriso. Miracolosamente certe situazioni si sono smaterializzate e la mia vita è diventata molto più semplice. E come dici tu, anche se il caldo è diabolico, il forno lo accendo lo stesso e certe meraviglie, come questi biscotti da "pollicione" (io ce l'ho), mi fanno venire voglia di accenderlo a oltranza.
    Quante belle cose ho scoperto di te...in particolare che sei esperta di Shiatzu...come si fa a diventare la tua migliore amica? Magari, senza premeditazione credimi, ci scappa un massaggino.....Un abbraccio (foto magnifiche)! Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Patty, la tua 'trasparenza' mi è sempre piaciuta, sei sincera nelle cose che scrivi ed evidenzi tutti gli aspetti, positivi e negativi, della vita e questo mi ha fatto scegliere il tuo blog. Come mi piace leggere questa condivisibile riflessione in cui anche io ci sono cascata e ci casco tuttora. Forse abbiamo bisogno di compiacere?! Oddio, mi sa che questo blog di cucina si sta trasformando in una seduta di psicoanalisi :-) Bacioni e grazie.

      Elimina
  16. che biscotti meravigliosi... una goduria! condivido molte delle cose a cui sei allergica, tranne le feste..mi perdo ancora nel gusto di un albero di Natale illuminato, di un disco di canzoni natalizie e di un regalo che attendo con ansia perché è il mio compleanno! quindi si può dire che quello che condivido è forse più legato al mio essere restia all'affollamento che al conformismo. Io ho un'amica shiatsuka che ha preso come te il diploma, per hobby, e mi ha fatto un paio di massaggi: piacevole a tratti, sconvolgente in altri, con quel pollice che si insinua a scoprire inspiegabili tensioni. un'esperienza da fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ohohoh!!? Anche tu sconvolta dallo shiatsu? :-)
      A me ha sconvolto la vita, veramente.
      Per il Natale io ho dei bellissimi ricordi dell'infanzia ma oggi proprio non ce la faccio quando ad ottobre vedo al supermercato i primi panettoni.... Buona giornata!

      Elimina
  17. ahahah... e qui casca l'asino!!! ma allora non sei la mia gemmellina di Shining!!! :( ecco dopo questa rivelazione sono tristissima!!!!! :D Mi piacciono le tradizioni, ADORO il Natale (ma detesto le luci messe a settembre anche io...! quindi non so come dirtelo ma mi sa che il mio blog a dicembre non sarà proprio fuori tema! :)), adoro le gite fuoriporta, ma se dovessi fare code chilometriche credo desisterei! Però detesto i luoghi affollati anche io, soprattutto i centri commerciali (che tristezza che mi mettono le persone che ci passano i weekend poi...). Adoro il cinema, ma non ho mai fatto troppo caso a quanta gente c'è (mah... ci vado in settimana e non ho mai notato particolare affollamento). Ah!! Adoro anche i matrimoni... piango sempre! :) mi fai ancora amica??? anche se ti ho confessato tutte queste cose terribili??? :) Per ultimo: non seguo la moda, ma mi piace fare shopping. Solo che essendo diventata allergica all'essere umano, al sabato mi rifiuto anche di andare in città... così lo shopping di vestiti, così come quello alimentare, lo faccio nei miei negozietti di fiducia. Credo che non potrei abitare in nessun altro posto che non dove abito: paesino tranquillissimo di 900 anime! Però tu mi piaci lo stesso, anzi ancora di più, perchè adoro (oltre a tutte le cose di prima!) le persone sincere, che parlano con il cuore in mano e che, quando le "leggo", capisco che sono veramente loro. E poi... ma il forno acceso in estate, è così tremendo?? Naaaaaa... bisognerà pure mangiare! :) e le tue foto, ogni volta mi catturano sempre di più. bacino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sapevo!!! Lo sapevo che adoravi le tradizioni, i matrimoni ma anche gli angoli remoti, il silenzio e i piccoli paesi. Ma è proprio per questo che siamo gemelline: tu sei la 'gemellina Dr. Jekill' e io la 'gemellina Mr. Hyde'. Ma prima o poi ci ri-incontreremo, mica ci separano così tanti km eh! :-) Un abbraccio che vale per tutta la giornata

      Elimina
    2. oh gli abbracci mi piacciono tanto! lo sai che ce ne vogliono almeno 8 al giorno per sopravvivere? :) bacino!

      Elimina
  18. Il tuo non e' anticonformismo, hai personalita', la tua personalita' ed e' ammirevole, in un mondo in cui tutti cercano di omologarsi! Quindi, continua a racontarci dello shiatsu,del giappone ecc, petche' a me interessa e molto! Grazie della ricetta, te la copio sicuramente! Simo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Simoooooooo!!! Diciamo personalità in trasformazione, mica è facile abbandonare quello che ti viene inculcato dalla società per almeno almeno 20-30 anni, ma penso che con l'età che avanza si può guardare al di là della nostra educazione per valutarla con un pochino più di criticità. Se prepari i biscotti, fammi sapere eh!! Bacioni

      Elimina
  19. Il biscotto è meraviglioso, ma vogliamo parlare delle foto???? Cavolo Roberta diventi sempre più brava!!! E riguardo all'anticonformismo....mi sono divertita a leggere il tuo post ritrovandomi a dire: "E' vero, sono anch'io così. E' proprio così!!!". A volte mi è stato rimproverato di sfociare nel conformismo inverso...cioè di rifiutare certe cose a prescindere...ma sono fatta così, cosa posso farci??? Tu puoi capirmi, vero? Ti abbraccio forte forte :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabi, mi fai piangere dalla commozione quando leggo un complimento sulle foto, perchè mi ci butto a capofitto fino a quando non tiro fuori qualcosa che mi soddisfa. Sul conformismo inverso, vabbè, confesso: mi ci sono trovata anche io.... Così ci capiamo, io e te lì, sole solette e antiantirianticonformi :-P

      Elimina
    2. Ma hai visto cosa c'è accanto al mio commento??? Un punto esclamativo!!! Basta!!!!
      Baci grandi

      Elimina
    3. !!?*##@£%&
      Tutti i punti del mondo!!! :-) Baci

      Elimina
  20. Bè come sempre sono in linea con la maggior parte delle cose che hai scritto...solo il pensiero di code lunghissime e luoghi affollati mi fa sentire male!!!Giusto la settimana scorsa tornavo a casa il venerdì e non nego di aver goduto un pochino nel vedere l'altra corsia dell'autostrada :P
    Non parliamo poi del caldo...se solo avessi l'aria condizionata farei esattamente come te perchè questi biscotti mi fanno troppa gola!!!!!!!!!!!!!!!!!!In quella ciotolina sono davvero irresistibili...
    Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah, vuoi dire che anche tu hai la tua 'grotta da orso' da qualche parte in cui rifugiarti?! :-P
      Bacioni

      Elimina
  21. Eccomi finalmente a leggere con calma questo tuo bellissimo post.
    Allora, inizio col dire che mi affascini proprio perché sei anticonformista. E lo sei nel senso buono del termine. Ma so anche che spesso non è facile esserlo e per questo ti ammiro.
    Finisco col dire che questo biscotto è fantastico e ancor di più la correlazione allo shiatsu, che non conosco ma che mi fai venir voglia di provare.
    Sia i biscotti che lo shiatsu ovviamente. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, ovviamente mi ritrovo in tutto quello che hai detto, a parte x il Natale :)
      io credo che sia anche perchè appunto viaggiamo sui mezzi per 2 ore al giorno...e in effetti da quando lavoro a Milano sono diventata totalmente intollerante alla gente...:)
      E soprattutto nel weekend e nelle feste comandate mollatemi, noncelapossofare :)

      Elimina
    2. Natale e metropolitana...mmmmmh...dici che c'è un nesso tra le due cose?? Diciamo che non riesco a scindere l'idea tra il Natale e gli alberi addobbati con lucine appena dopo Ferragosto, questa cosa qui proprio non la digerisco. Quindi non è proprio il Natale quello che gli fanno girara attorno. Mò scateno l'invidia: visto che abitiamo così 'vicine', se vuoi stendo il futon e dopo il trattamento ci mangiamo due biscotti! Che dici?! ;-) Ciaoaoaoaoaoao

      Elimina
    3. sisisi hai ragione, questo non lo sopporto manco io.
      questo circolo del consumismo che non si interrompe mai, passando dai panettoni alle colombe proprio mi da sui nervi, condivido.
      caspita massaggio e biscotti??!!!! ma come posso rifiutare!!!!!!!

      Elimina
  22. Roberta carissima, un post davvero da incorniciare! Ovviamente anch'io sono anticonformista, anche se con l'età ho imparato a tenerlo per me almeno in certe situazione, alle volte mi dava quasi soddisfazione sentire una vena di ego gioire per queste mie "difformità" mentali. Ora sto cercando di azzerare l'ego e quindi mi trattengo, ma non posso smettere di "agirlo" perché mi appartiene. E dopo aver letto queste cose di te, mi è ormai chiaro il motivo delle affinità sottili... io mi sono sposata solo perché i figli naturali, checché se ne dica, non hanno ancora gli stessi identici diritti dei figli legittimi, quindi matrimonio con figli al seguito e rigorosamente a dicembre, con cielo plumbeo ai limiti del nevoso :)
    lo shiatsu non l'ho mai provato, però il biscotto-do (lo ripeto-che post capolavoro!!) SI :) il mio era di frolla senza uovo ed ospitava della marmellata.
    Un abbraccione, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io lo sapevo cara Cinzia, lo sapevo di questa affinità di pensiero fin dalla prima lettura del tuo profilo (oltre che dai tuoi post). Diciamo che a noi ci vanno un pò strette le imposizioni (degli altri). Sull'ego: bellissima riflessione e la condivido al 100%, mi ha fatto pensare... grazie e un abbraccio (e prima o poi ce la faremo a parlarci vis-a-vis!)
      Sui tuoi biscotti, loro la DO l'hanno già trovata!!

      Elimina
  23. allora, io non so se sono anticonformista al 100% so che mi piace avere quello che non ha nessuno, senz'altro non sono snob e abbastanza polemica, ovvero dico anche troppo spesso quello che penso e con pochi filtri.. e quando mi dicono che "non sono normale" quasi quasi mi fa piacere!! a capodanno quest'anno ho pranzato con amici che non vedevo da tanto poi serata divano, non ricordo nemmeno se son arrivata a mezzanotte (comunque è il terzo anno che faccio in casa).. però festeggio il natale, mi piace l'atmosfera, gli unici veri regali che faccio sono quelli per i nipotini (con le mie amiche abbiamo smesso da anni e adesso ci troviamo per una cena dove ci scambiamo qualcosa fatto con le nostre mani.. non puoi capire che bello è, almeno per me così ha un senso) mi piacciono le gite fuori porta ma mi muovo solo se son sicura di non trovare casino (non partirei mai un venerdì sera ad agosto) odio il casino al mare per questo vado la mattina presto in un spiaggia libera enorme.. va beh..
    e lo shiatsu.. che meraviglia, ho fatto un massaggio una volta!! ok.. infine, ma non certo per ultimi, parliamo dei biscotti, intanto sono bellissimi, poi che buoni.. io non ho problemi ad usare il forno anche ad agosto, sinceramente se ne vale la pena perchè no!!! ti mando un bacio ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sai che ti dico cara Tiz (ti posso chiamare così? Vero?): che bello non sentirsi da sola!! Quella dell'ultimo dell'anno è una strategia che adotterò anche io anche se negli ultimi duemila anni ho fatto delle cene piacevoli con amici. Grazie e bacioni anche a te

      Elimina
    2. ma certo che puoi chiamarmi tiz...;-))))) ps. per capodanno a pranzo al rist. si spende come gli altri giorni, c'è poca gente, puoi stare quanto vuoi, mentre la sera ti spellano e si mangia pure male.. non concepisco davvero questa cosa!!! ahhhh poi a mezzanotte ci siamo fatti un brindisi e una spaghettata.. ora ricordo!! buon weekend tesoro.. posso chiamarti tesoro vero?? ahahahhhh

      Elimina
    3. ah ecco hai fatto il 'pranzone dell'ultimo dell'anno'!! ahahahahahaah!! :-)
      Sìsisisisi!! Tesoro, tesoro, tesoroooooooo!!! smack

      Elimina
  24. Rob.. lo shiatsu lo conosco bene, mia mamma è una fisioterapista.. che da piccoli (ma proprio piccoli eh!) ci insegnava a infilare i chiodini, fare le costruzioni e... lo yoga!!!! @_@ sono cresciuta così, eppure per certe cose sono la donna più tradizionale del mondo...
    il forno con questo caldo mi fa un po' paura.. sai tipo quella scena di Mamma ho perso l' aereo? ecco... mi aspetto da un momento all' altro che spalanchi le fauci e faccia vrrrrrrrrrrrr...
    Per il resto, sei proprio una persona speciale, mi garbi un monte!!!!
    smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma dai!! Anche tu condividi la vita con una xxxxterapista? Anche io faccio yoga da 3 anni, mi piace tantissimo.
      Per il forno per ora non si ribella e ne avrebbe anche ragione visto che per una cosa o per l'altra è accesso tutti i giorni.
      Oh citta, mi garbi anche tu :-) (c'ho pure lo zio toscano)

      Elimina
  25. ti ho appena feisbuccato la ricetta :)
    shatzu eh..... parliamone!
    ciao Roby!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma toh, mi sono appena accorta di non avere neppure la tua amicizia su FB, ho subito rimediato... Baci e grazie

      Elimina
  26. E vabbe'...chi si assomiglia si piglia, non c'e' che dire...eccezion fatta per il Natale!! Per carita': non toglietemi il Natale!! Potrei morirne!!...ma lo festeggio a modo mio, ovviamente...Sullo shiatsu mi si aprono mondi interi di considerazioni, ma evito, altrimenti scrivo un post, invece che un commento.
    Dalla "mia Roby" con la "mia Vale", poteva nascere qualcosa di meno che perfetto? Ovvio che no!
    Un bacione grosso, cara amica, e buonissima serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara la mia Roby, mica per nulla siamo diventate amiche di blog (in attesa di un incontro che prima o poi ci sarà...). Un bacione anche a te e grazie per il tuo pensiero :-)

      Elimina
  27. sembrano buonissimi!!! buon week end rosa.kreattiva

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non solo 'sembrano', sono!!! Grazie per il commento e buon w/e anche a te! :-)

      Elimina
  28. Condivido moltissimi punti sai, non sopporto proprio essere in posti affollati, evito le code e andare al cinema a Santo Stefano! I biscotti sono uno splendore e sono fotografati molto bene! Ti ringrazio tanto per i complimenti che mi hai fatto ma anche tu non scherzi mica!
    Un abbraccio
    ps.ho una semplice nikon con un nikkor 60

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Mari, potessi avvicinarmi alla tua capacità fotografia saltellerei per casa felice come una pasqua! Grazie per le indicazioni sull'obiettivo. Un abbraccio

      Elimina
  29. sai che facendo gli scarpinòcc mi sono divertita a "essere" il raviolo? Peccato che, non sapendo nulla shiatsu, non ho potuto scrivere il post per una interpretazione new-age, che il contest prevede... mi sarebbe tanto piaciuto interpretare gli "scarpinòcc-do"... sarebbe stato troppo forte!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehehe!! Si vede, il raviolo ha un bellissimo aspetto e sarà sicuramente perchè ci hai messo attenzione e magari hai fatto con lui anche una bella chiaccherata ;-) La 'via dello scarpinòcc' l'hai indicata con molta chiarezza.... :-) Buona serata e un abbraccio

      Elimina
  30. Ciao Robi!!! E' da un bel po' che non ti faccio visita e quante novità che leggo! Devo recuperare anche con gli altri post!!!
    Per quanto mi riguarda non amo molto capodanno (più che altro perché non sopporto i botti). Mi piace festeggiarlo in famiglia o con pochi amici (ma una volta sono andata in montagna, ho mangiato una pizza da asporto con mia nonna e alle 2130 ce ne siamo andate a letto!!!). Il Natale mi piace, ma il fare regali ha perso senso (forse se avessi dei bambini potrei cedere). Ma non mi definirei una allergica alle tradizioni, questo no. (oddio ma allora non siamo più sorelle d blog????? ;-)))))))
    Ma quindi hai studiato shiatsu? Un nostro amico ha appena finito la scuola a Londra e la scorsa estate aveva fatto due sedute di prova a me e mio marito, ma erano limitate al cuore e al fegato, mi pare. Mi era piaciuto un sacco!!! Ma veniamo a questa ricetta, ma soprattutto alla foto... favolosa, mi piace tantissimo la luce. Ma che luce è? Per ora ti abbraccio e ci scriviamo presto. marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha!! Forte l'ultimo dell'anno con la nonna e la pizza e sono felice di scoprire tanti 'ultimi' alternativi ai classici cenoni, fuochi e brindisi. Ma sai che ti dico? Che forse non è tanto la tradizione a causarmi allergia, ma la commercializzazione della tradizione stessa, l'affanno per trovare un regalo, la tavola imbadita di cose che potremmo mangiare tutti i giorni, l'aumento dei prezzi, il buonismo ipocrita...ecco sì, è questo che mi da proprio fastidio. Quindi possiamo continuare ad essere 'sorelle di blog' :-) Per lo shiatsu, il tuo amico vi ha trattato i meridiani o le zone corrispondenti a quegli organi, che hanno una funzione non solo fisiologica ma anche emotiva. Veniamo alla luce: naturale e laterale, su un tavolo bianco. Praticamente la stessa che usi tu e che ti fa fare delle foto bellissime a qualunque latitudine... Un abbraccio e sentiamoci presto.

      Elimina
  31. Il biscotto-do è geniale. Non credo di poter aggiungere altro, ti ammiro veramente perchè vedi la realtà da un'inquadratura diversa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei tornataaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!! Dimmi, dimmi, come sta il mio amato Giappone?! Un abbraccione

      Elimina
  32. Cosa faccio lo dico anch'io? Nonostante te l'abbiano già detto in tante: Foto fantastiche, ragazza mia!
    E un po' mi rivedo nel tuo anticonformismo, tranne che per le feste e i matrimoni. confesso che a me i matrimoni degli amici (quelli veri) mi piacciono tantissimo, me lo concedi? ;)
    un abbraccio cara Robi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Mari, non sai quanto ci ho sudato su queste foto, però sono soddisfatta perchè inizio ad addomesticare la fotocamera :-)
      Sui matrimoni degli amici più cari ti dò ragione: mi commuovo sempre!! Ma anche quelli non devono essere troppo lunghi (quei pranzi da 8 ore proprio non li riesco a gestire...).
      Un abbraccio anche teeeee

      Elimina
  33. un cuore cioccolatoso davvero goloso . complimenti per il tuo blog, ti seguo volentieri ciao kiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Kiara, felice di averti tra i followers! Spero tu abbia un pò di pazienza perchè sono in attesa di un nuovo notebook perchè il mio è collassato :-(

      Elimina
  34. bello tutto, ricette deliziose, foto bellissime!
    ciao Roberta e brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Chiara!!! Piacere di trovarti nel mio blog :-)

      Elimina
  35. Ciao Roby, anche tu sei in ferie vedo! Ma voglio passare comunque da te dopo aver letto il tuo commento. Se c'è una persona che ama il cinema, quella sono io e sono così felice di trovare amiche di stessa passione. Anche se la commedia non ti piace (e non ci posso credere con tutte le fantastiche commedie americane anni 30/40 ...hai presente?) , sono certa che da grande appassionata potresti davvero dare una splendida interpretazione. Pensaci, mi farebbe davvero tanto piacere. Ti abbraccio carissima. Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Patty, io sono al lavoro e ci starò fino alla metà di agosto solo che ho problemi con il mio notebook e non posso pubblicare :-(
      Diciamo che non sono un'amante delle commedie leggere americane (le trovo tutte uguali e alla fine in pò noiose), quelle degli anni passati mi piacciono di più (preferisco 'Sabrina' con Audrey Hepburn a Pretty Woman' tanto per intenderci). Ci proverò a pensare allora. Peccato non estendere il contest a tutta la filmografia... bacioni

      Elimina
  36. Roberta è un piacere capitare qui, tramite un commento ad un post di Agnese. E certo chi ha commentato là non può non piacermi o incontrare per lo meno alcune mie caratteristiche. L'approccio alla vita che hanno gli orientali rispetto a noi mi ha sempre affascinato e l'ho considerato alla stregua di quanto un alunno possa ammirare il suo insegnante. Sono illuminanti. Mi piace questo tuo lato anticonformista, in fondo tutti noi aneliamo ad esserlo poi riuscirci non è da tutti. Mi colpì una volta a proposito del pollice e della sua molteplice funzionalità, come l'hai applicato sia nello shiatsu che in cucina, il fatto che in un incidente domestico o sul lavoro, la perdita dell'uso del pollice rispetto alle altre dita è considerata invalidità al 100%. Me ne ero chiesta il motivo e la risposta mi illuminò come una ragazzina, visto che si perde la capacità prensile, la mano non ha la stessa funzionalità di prima, ne è totalmente compromessa. E quindi tante attività diventano precluse.
    La ricetta dei biscotti in cui l'uso del pollice è essenziale :) mi piace perchè non lievitano e accendere il forno (io anche d'estate) e poterne infornare contemporaneamente una gran quantità insieme è un altro grande sollievo. a presto mony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, felice di trovarti sul mio blog. Sull'uso del pollice ci rifletto da lungo tempo e ben prima dello shiatsu :-)
      Per quanto riguarda la disciplina orientale, il mio viaggio in Giappone mi ha fatto apprezzare parecchi aspetti di quel popolo che noi italiani dovremmo imparare (anche se qualcosa anche loro potrebbero apprendere da noi). I biscotti sono finiti in forno nelle giornate più calde ma non mi rassegno a spegnerlo neppure sotto minaccia. ciaoooo e buona giornata

      Elimina
  37. Ciao Roberta!! Guarda..non ho parole..più leggo i tuoi post e più mi innamoro di te!
    Ma quanto mi piacciono le tue parole?????
    Mi sono ritrovata molto in quello che dici..
    Non sono completamente anticonformista, ma anche io sono quella che preferisce stare in solitaria..
    Il tuo post mi ha fatto troppo sorridere! Anche io non amo la moda, intendo quella da "pecoroni", scusa la volgarità, per cui si possa essere predisposti a fare detreminate cose in determinati periodi..
    Il Natale non lo sento come gli altri, forse perchè con il ristorante, l'ho sempre passato lavorando. Odio la gente che affolla i centri commerciali solo in questi giorni per la corsa ai regali; è insopportabile e invivibile.. Non sono da centro commerciale, ma se mai dovessi andarci, mi ci butto in giornata infrasettimanale rigorosamente da SOLA! Non sopporto la corsa allo shopping nel weekend, non sopporto che il sabato pomeriggio si debba andare a fare la vasca tutti tirati in città!
    Sono la persona più anti-San Valentino che esista!!! Non sopporto tutte queste coppiette che si scambiano regali e si amano solo per una giornata all'anno..squallidi! Anche io sono amante dei regali a sorpresa (ormai il mio ragazzo mi conosce bene), quelli che non ti aspetti, quelli che ti fanno battere il cuore, quelli speciali e mirati, che magari solo chi ti conosce bene può farti..quelli che arrivano in un giorno di piggia e possono illuminarti tutta la settimana!
    Sono polemica, e a volte la mia lingua non riesce a fermarsi e dico ciò che penso.. Odio il mare in estate, non sopporto la solita monotonia sveglia, spiaggia, panino, spiaggia, doccia, cena, hotel..mi deprime! Sono uno spirito libero che in estate ama girare i posti segreti delle città, i vecchi paesini, fotografare ogni aspetto artistico e seguire percorsi gastronomici tipici di ogni luogo..
    Sono quella che non sopporta le amiche che dicono "venerdì serata donne, mentre sabato serata coppie"...io il ragazzo lo vedo quando voglio!
    Sono quella che non riesce a fare la zuppa inglese quando tutti gliela chiedono, perchè la mia creatività si blocca, ma che la fa quando non ci pensa più nessuno..(non è dispetto, ma è proprio il mio DNA!)..
    Bellissimo il tuo post..mi piace tanto il tuo carattere!!!!!!!! Grande!!
    Complimenti anche per la spiegazione dello shiatsu che non conoscevo..
    Le tue foto sono sempre stupende!
    Un bacio e a presto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. senti maaaaa....noi ci dobbiamo incontrare!! Magari ti vengo a trovare il 18 di ottobre e festeggiamo in Natale sotto l'ombrellone al mare :-) Ti va?
      Sei una grande e se anche non ti conosco la tua cucina parla di te e di come sei. Un grande abbraccio mia cara e grazie per i complimenti.

      Elimina
  38. Ah, perdonami.. Biscotti impeccabili..ma con me giochi facile, perchè di biscotti ne sono ghiotta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS: a te questi biscotti ti fanno un baffo visto quello che prepari... :-)

      Elimina
  39. carissima, non spendo parole sull'anticonformismo, né sui biscotti, ma dal cuore mi viene da dirti che scrivi veramente bene, è un piacere leggerti, coltiva questa dote e mettila a frutto!!! sei una scrittrice, oltre che un'ottima cuoca...

    se siete a casa vi aspetto a Ganaghello per un pranzo ( non una gita fuori porta, ovviamente..;-))...) .... un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Ale, grazie per l'incoraggiamento, sapessi quanto impegno mi costa questo blog! :-) A Ganaghello ci verremo sicuramente perchè è sempre una cosa bella ritrovarsi con gli Amici (e mi porto pure la macchina fotografica così racconto di voi se siete d'accordo) :-) Bacioni

      Elimina
  40. Li ho rifatti sono perfetti...vai a vedere... baci e buona settimana mony

    RispondiElimina
  41. Vero sembrano perfette entrambe le versioni!!! complimenti !!!! non conoscevo questo blog mi unisco all'istante ai lettori ;) baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per esserti unita ai lettori, sono passata a trovarti e hai un angolo davvero delizioso :-) un abbraccio

      Elimina
  42. Ma nn riesco a crederci...fantastica Roby!!! Sono venuta subito a vedere, incredibile ma vero...ci assomigliamo molto nei gusti allora!!!! ciao Roby!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahaha!!! Io ho sorriso quando ho visto la tua proposta. Oltre ad aver scelto una delle mie blogger preferite, hai scelto anche i biscotti che avevo scelto io....siamo proprio in sintonia :-)

      Elimina
  43. Amo il bianco puro per le foto e gli sfondi. Sembra che i cibi siano poggiati su un manto innevato... :-)

    (questi biscotti sorridono)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultimamente passo dal bianco al nero seguendo il desiderio di sperimentare e di imparare. La fotografia è ancora così misteriosa per me ma è uno degli strumenti migliori per rappresentare il cibo.
      I biscotti ringraziano :-)

      Elimina