23 dicembre 2012

Tè mon amour


Tanto per cambiare sono in ritardo. Ma forse questa volta sono anche in anticipo.
Mentre l'Italia si prepara alle abbuffate dei tre giorni più golosi dell'anno, io mi porto avanti con una proposta per i giorni successivi alle feste. 
Ma non scriverò di zuppe e brodini.
Non ho mai bevuto né caffè né latte e le mie colazioni, fin da bambina, sono sempre state accompagnate solo dal tè. Fino a una quindicina di anni fa bevevo il tè del supermercato (quello che inizia con la 'elle' e finisce la 'enne'), con limone e zucchero. Poi decisi di sostituire lo zucchero con miele di acacia o millefiori per poi abbandonare anche il limone ed infine il miele.
Di pari passo alle sottrazioni dei sapori, il mio gusto si modificò e mi allontanai definitivamente da 'elle-enne' per avvicinarmi ad altri tipi di tè. Ho assaggiato tè verdi  di provenienza indiana, vietnamita, thailandese, giapponese e cinese. Per poi eleggere a re delle mie colazioni  il tè bianco bevuto caldo, sia d'estate che d'inverno.
Se a colazione deve essere rigorosamente bianco, negli altri momenti della giornata mi piace assaggiare altri tipi di tè e miscele e vi confesso una particolare debolezza per il rooibos, tè rosso africano (che non è proprio tè ma una pianta appartenente alla famiglia delle leguminose), che piazzo ai primi posti tra i sapori che preferisco, fino ad arrivare ai tè aromatizzati con spezie, agrumi, fiori, ecc.
Quindi, quando sono stata invitata all'inaugurazione dello scorso 12 dicembre della prima boutique milanese di 'Kusmi Tea' non ho avuto alcun dubbio nel confermare la mia presenza.


Una boutique-scrigno mi ha accolto fin dall'ingresso con la purezza del bianco che evidenzia le boîte colorate in piacevole contrasto con il rosso istituzionale del brand nei pavimenti.


L'idea di portare a Milano i sapori di Kusmi Tea è stata di Francesca Natali, tea stylist affermata di cui potete leggere sul suo sito web/blog L'Arte del Ricevere preziosi consigli, suggerimenti e usi di questa preziosa bevanda.

Come benvenuto mi è stato offerto un aperitivo 'on the rocks': un connubio tra spumante e tè, con una punta di sciroppo di lamponi, dissetante e per nulla stonato con la fredda serata che spingeva contro i vetri.

All'ingresso una serie di latte colorate scoperchiate a disposizione di nasi curiosi, invitavano all'assaggio olfattivo, sempre supportati dalle brave ed esperte specialiste che con le loro spiegazioni ci accompagnavano in viaggi virtuali verso terre lontane (la ragazza che mi ha servito è di Samarcanda e vi assicuro che è stata così convincente che è stato difficile uscire dal negozio senza acquistare un assaggio per ogni tipo di tè disponibile).

Parlando con una cara amica esperta di tè, ho scoperto con grande stupore che il paese dove ci sono i maggiori consumatori di tè è la Russia e Kusmi Tea, la maison de thé francese è stata fondata proprio in Russia nel 1867 e all'epoca riforniva la corte degli Zar.

Se da tempo è una moda in Francia, dove i punti vendita sono più di 300 e con oltre 25 negozi di proprietà a marchio Kusmi Tea (tra cui New York, Montreal e Copenaghen), Kusmi Tea non è solo un brand ma è anche un ottimo prodotto.



In questo angolo milanese di profumi e sapori si può trovare tè in bustina e sfuso: mélanges esclusivi le cui ricette sono rimaste intatte sin dalla loro prima creazione, tè verdi e tè neri e linea Bièn-être con i suoi tè Detox, Sweet Love, Be Cool, Algothe, Boost e Euphoria.

Foglie di tè intere (né foglie tagliate, né polvere di tè), una selezione attenta di tè in purezza da Cina, India e Cylon che vengono aromatizzati con le migliori essenze di Grasse, Calabria o Madagascar, una bustina in mussola di cotone interamente confezionata a mano per permettere all’infuso di diffondersi in maniera eccellente, sono stati tradotti in oltre 80 referenze irresistibili al palato


Non mi soffermo ad elencare nel dettaglio i singoli aromi perché sono così discrezionali e a gusto personale che finirei per farvi un elenco fine a sé stesso. Sul sito di Kusmi Tea troverete informazioni dettagliate anche se il modo migliore per scegliere è sicuramente quello di recarsi di persona nel negozio.

Non mi resta che lasciarvi gli indirizzi onsite e online:

Kusmi Tea Boutique
Via Fiori Chiari 24

Milano
Tel. 02-89093956

Corner La Rinascente Duomo
Food Market 7° piano
Milano
Tel. 02-8852510 


www.kusmitea.com

Una curiosità: mi trovo sempre in imbarazzo tutte le volte che devo scrivere la parola 'tè'. Come si scrive in italiano? The, tè, té, te, tea? L'Accademia della Crusca dice che l'unico modo corretto in italiano per scrivere questa parola è "tè". Grazie Accademia.

Qui sotto i tè che ho già avuto il piacere di assaggiare, e siete ancora in tempo per fare un  bel regalo pieno di profumo...
Buon Natale a tutti!

82 commenti:

  1. Roberta che bellezza! Farò sicuramente una tappa in questa botique del tè.
    Io ero rimasta stregata da Mariage Frères a Parigi, ci sei mai stata? Un tempio per noi amanti del tè :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara, l'ultima volta che sono stata a Parigi non avevo ancora aperto il blog e il mio interesse era inevitabilmente per musei e monumenti e molto poco verso i sapori. Sto cercando di recuperare costruendo la mia personalissima guida, quindi Mariage Frères finisce nei posti da visitare. Grazie e un abbraccio

      Elimina
    2. Mi sembra giusto ;) Mariage Frères merita assolutamente
      Un abbraccione e buon "tutto" cara Roberta!

      Elimina
    3. Tanti auguri anche a te Mari... ! :*

      Elimina
  2. Quello del tè è un mondo che mi affascina ma non ne sono una gran consumatrice. Amo tisane di tutti i tipi ma il tè riesco a berlo pochissimo, il mio stomaco non gradisce granchè e con qualche tipo la nausea arriva addirittura imemdiata. Sono un caso patologico. Però sarei capacissima di fare incetta di quelle scatoline di latta. Sto sospisrando davanti al pc :)
    Se non mi ricordo male siamo sulla stessa linea d'onda per il periodo ma ti lascio lo stesso un mondo di auguri e soprattutto un grosso abbraccio ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi Fede, certo che anche tu sei ben 'strana': la maggior parte degli italiani beve tè quando è indisposta, mentre a te il tè fa venire la nausea?! Questo è un fatto davvero curioso...
      Le scatoline sono davvero belle, una diversa dall'altra e la confezione rappresenta in maniera impeccabile il contenuto.
      un abbraccio anche a te e per quanto riguarda il Natale...stringiamo i denti che è quasi passato ;-)

      Elimina
  3. Ciao Roby :) Amo il tè ma mi fa venire bruciore di stomaco... l'ho notato negli ultimi tempi... mah :( Ad ogni modo questo negozio deve essere meraviglioso e spero, un giorno, di poterci fare un giretto... me ne ricorderò se e quando verrò a Milano :) Ti abbraccio forte e ti auguro buon Natale, che sia sereno e felice :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ola Vale, ma tu guarda, su tre persone, due hanno problemi con il tè... ma sai che non sapevo potesse causare queste controindicazioni? Se vieni a Milano, da Kusmi ci andiamo insieme ;-)
      Buon Natale anche e te e un grande abbraccio

      Elimina
  4. *_* questo per me è il paradiso!
    Sì perché io amo il tè (ma anche le tisane) e come te faccio colazione con una tazza di tè, anche se io lo prendo all'inglese: nero e con il latte. Diverso quando provo tè verde o altri tipi. Il rooibos non l'ho mai provato e forse è giunto il momento che io lo cerchi! :D
    Grazie per questo bel post e tantissimi auguri tesoro :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già già, ho scoperto che il tè si può bere anche con un pochino di latte, soprattutto certi tè molto decisi. Vedi, abbiamo trovato un'altra cosa in comune quindi la prossima volta che ci vedremo, io porterò il tè e tu una bella fetta di torta :-)
      Tanti auguri anche a te. Bacioniiiiii

      Elimina
  5. Wow... quante varietà di tè. Io preferisco il cappuccino, ma un assaggio di miscele particolari di tè lo farei molto volentieri.
    Tantissimi Auguri di Buon Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tè e cappuccino sono un po' come i Duran Duran e gli Spandau Ballet dei miei tempi :-)
      Non bevendo caffè e latte il cappuccino è lontano da me anni luce e quindi mi butto nei mille assaggi di tè.
      Tantissimi auguri di cuore!!

      Elimina
  6. purtroppo non sono una grande estimatrice del te, per i miei tempi ristrettissimi e risicati richiede troppo tempo (bollire, riposare, rafreddare... impossibile)ma la tua descrizione mi è piaciuta molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lara, ti confesso che la mattina alle 6.45, al momento della colazione, il rito del tè si va a far benedire (anche se il tè lo seleziono come piace a me), lascio il piacere del rituale a pomeriggi più tranquilli :-)
      Buon Natale! :-)

      Elimina
  7. oh che grande notizia! ho sempre visitato i negozi Kusmi nei miei vari giri in Francia, non ultimo a Parigi, che bello voglio subito andare a questo di milanooooooo!
    firmato
    Ila-giuliva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ila, se entri nel negozio non potrai uscirne a mani vuote... :-)
      ...e qui c'e da festeggiare!?
      bacioniiiii

      Elimina
  8. Ti auguro un buon Natale e invito te e i tuoi lettori a partecipare alla scelta dei migliori film del 2012 sul mio blog.

    RispondiElimina
  9. Tesoro quanti bei te! Dopo il caffe e quello che bevo con maggior piacere. Un abbraccio Roberta e tanti tantissimi auguri di buon Natale

    RispondiElimina
  10. lo so come la pensi sul Natale, sinceramente non è che io l'adori ma un po l'atmosfera, i pranzi in famiglia, l'aria di festa mi piacciono.. comunque ti faccio davvero tantissimi auguri.
    ps. questi te immagino siano troppo buoni e le scatoline sono troppo belle!!!! un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh già, lo so che lo sai e stringo i denti perchè mancano poche ore alla fine di questa giornata...
      Grazie per gli auguri che ricambio di cuore. Un abbraccino

      Elimina
  11. Il tè che passione altalenante per me. Periodi a mille, periodi zero. In Asia devo dire di aver assaggiato dei tè favolosi (e grazie al cielo mi hai spiegato come scrivere quella maledetta parola che causa sempre problemi). In un negozietto in Cina io e Lui ci siamo comprati un Jasmine Tea talmente buono da perderci la testa, ovviamente a costi folli se paragonato a "enne-elle" ma altrettanto folle é la differenza di gusto.
    Questa linea di tè (e dai, terza volta) mi piace un sacco seppur non l'ho mai assaggiata, dovrò assolutamente rimediare alle mie carenze. Soprattutto se una casa simile al posto di servire tè (e 4) all'inaugurazione serve champagne :) Evvivaaaa
    Felice Natale mia cara!
    PS: Ma perhcé sono logorroica anceh quando scrivo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Elvi, immagino che nei vostri giri in Asia abbiate assaggiato più tè (finalmente sappiamo come si scrive) di quanti ne abbia bevuti io in una vita intera.
      Se poi riesco a scoprire quali abbinamenti potrò fare tra tè (e due) e piatti, sarà davvero da divertirsi... :-)
      Buon Natale e un abbraccio, anzi due.
      :-)

      Elimina
  12. l'ho visto alla Rinascente emanavano un ottimo aroma, complimenti per le foto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fino a poco tempo fa non lo conoscevo questo tè e devo dire che è davvero un ottimo prodotto. Grazie e buon Natale (in ritardo) anche a te.

      Elimina
  13. Questo tè è decisamente fa-vo-lo-so!
    Ero in un caffè e un ragazzo nel tavolino accanto lo aveva ordinato... quando è arrivato il suo aroma era così delizioso da farmi girare (invece il ragazzo in questione non meritava neanche un apprezzamento volante ;) )! Da allora gli ho dato la caccia (al tè, non al ragazzo ehehe!), e per fortuna!!!
    Una bustina vale oro (in tutti i sensi!) :) è davvero un tè d'eccezione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma dai?! E adesso scopro che mezzo mondo conosce il tè Kusmi, ma io dove ho vissuto fino ad ora?! :-)
      Sull'aroma hai perfettamente ragione: è delicato ma di grande
      personalità.
      Buona feste.

      Elimina
  14. per anni mi sono costretta a bere le tisane, perchè fanno bene. a 30 anni ho deciso di non bere più quello che non mi piace, ma il tè lo adoro. soprattutto quello al bergamotto. al mercato di Chelsea ne ho comprati un tipo per me, uno per Comandante Amigo e uno per tutti e due (si spera...). e la sai una cosa? lo bevo sempre e solo alla sera. un bacino, sere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, scopro grazie a questo post delle usanze molto diverse dalle mie in merito all'uso del tè. E che tè sia e fammi sapere se CA ha apprezzato quello che hai comprato per lui.
      Un bacione e buon 2013.

      Elimina
  15. :) io ho preso quello rosso. Proprio l'altroieri. È il mio preferito d'inverno... Baci cara. E buon anno nuovo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io lo trovo buonissimo e molto equilibrato... buon anno anche a te mia cara Ross! :-)
      bacioni

      Elimina
  16. anch'io per anni ho sempre acquistato il tè al supermercato (il Ti Esse) e solo di recente ho iniziato a spostarmi sul té sfuso di qualità migliore (costa di più... e infatti ne consumo molto meno rispetto a un tempo). ancora non riesco ad eliminare il miele, però. come i bambini, ho il palato poco educato al gusto amaro :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il passo è breve: ti aspetta il tè senza nulla e vedrai che sorpresa!! :-)
      Buon anno!!! :-)

      Elimina
  17. io invece sono perennemente in ritardo, accip..
    Però dai, si un solo giorno, almeno per augurarti un 2013 pieno di tutto il bene che vorrai desiderare (non sono parole scontate, eh! Se si può desiderare, si può fare..)
    Un abbraccio a presto!
    PS: queste tue foto sono uno schianto.. brava tanto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a chi lo dici... sempre in ritardo anche io anche se dal 1 gennaio mi sto godendo qualche giorno di ferie felice di consumare qualche avanzo senza cucinare per forza. Evviva le vacanze e mi piace pensare che qualche desiderio si potrà avverare :-)
      Ricambio l'abbraccio e l'augurio.
      bacioniiiii

      Elimina
  18. Ma che meraviglia perdersi fra tutti quei profumi, ci passerei delle ore!
    Sono passata per farti gli auguri per questo nuovo anno appena iniziato sperando che possa essere pieno di soddisfazioni e di progetti da realizzare con entusiasmo.
    Ti mando un abbraccio fortissimo Ro' :o*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi Vale, ricambio gli auguri e l'abbraccio e che il nuovo anno sia pieno di soddisfazioni per tutte le persone che si fanno un mazzo così per cercare di realizzare dei sogni...
      Un abbraccio da quassù nella speranza che questo 2013 mi possa portare dalle tue parti.

      Elimina
  19. Non ti ho affatto dimenticata!!Sono stata presissima da millemila cose ma ti ho pensata tantissimo e covo sempre il desiderio di incontrati!salvo la sera non amo molto il tè, tea, thè :P, la mattina mimette addirittura la nausea e amo quesi sapori particolari e orinetali; ho fatto un caricone di svariatissimi tipi di tè a Instambul e potrei starmene ore a sentire quegli odori!!Detto ciò se ad una tazza di tè mi accompagni una delle tue meraviglie possiamo organizzare l'incontro :P
    Ti abbraccio fortissimo Roby e ti faccio i miei più sinceri auguri per il nuovo anno!!:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma questa è una 'strage'?? E io che pensavo fosse la bevanda più innocua e invece leggo di persone che hanno nausea, mal di stomaco e fastidiosi effetti collaterali... Ma toh, e io che lo bevo in ogni momento della giornata come se fosse acqua minerale :-)
      E allora che il 2013 sia l'anno del nostro incontro, io non vedo l'ora...
      Un bel abbraccio e un augurio per questo nuovo anno.

      Elimina
  20. Mentre aspetto che aprano un negozio a Chicago mi godo questa bellissima sfilza di foto allegre e colorate. Mi fanno proprio venire voglia di annusare tutti i tipi di questo bellissimo te'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se aprissero a Chicago ti verrò a trovare per bere una tazza di tè insieme :-)

      Elimina
  21. IO sono donna da tea!. Lo bevo sempre tanto volentieri. La mia colazione è a base di te aromatizzato all'arancia. Il latte ho smesso di berlo da anni ormai perché mi provoca scherzi che non sto a raccontare. Se posso, me lo faccio anche il pomeriggio ed a Natale ho regalato sacchetti di biscotti accompagnati ad un elegante sacchettino di te Turco molto strong che mi è arrivato da Istambul in quantità industriale. Sempre convinta che il te sia un regalo amato e gradito. Mi sa che invece ho toppato?
    PS - ho letto il tuo messaggio: perché invece non pensi a partecipare in concorso ed entri a far parte della nostra follia all'MTC? Ti ci vedrei benissimo!
    Ti abbraccio forte, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto che sorpresa cara Pat? E io che pensavo che il tè fosse una bevanda innoqua, scopro che fa stare male un sacco di persone...
      Sull'MTC mi diverte un mondo leggere dal di fuori la vostra 'sfida' chissà mai che il 2013 non mi porti il desiderio di viverlo dall'interno.
      Un bel abbraccio

      Elimina
  22. quello deve essere per forza il paradiso...non devo andarci o potrei rovinarmi sul serio :P
    io se non bevo la mia tazza di tè (al pomeriggio) non mi sento bene...è come un momento magico di relax totale!!!
    bacioni e, visto che sono arrivata in ritardo, buon anno ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che sollievo!! Un'altra persona che consuma il tè senza effetti collaterali... Però ti confido un segreto: la boutique di Kusmi si trova a due metri dallo showroom di Acheo ;-)
      Bacioni

      Elimina
  23. Ciao cara Roberta.. Bellissimo post! Il tuo amore per il thè (anche io non so come si scrive, e con tutti i rispetti per la crusca mi butto sull'h) trapela in ogni tua parola.. Io ho una passione per le tisane, le bevo ogni sera (anche con 40gradi estivi!)..
    E poi impazzisco per questi negozi in cui puoi immergerti in una atmosfera tutta particolare!
    Sempre complimenti per le tue foto eccezionali..
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Kika, se anche tu bevi 'caldo' a 40° allora siamo pronte per il 'tè nel deserto'! ;-)
      Grazie per i complimenti, un bacione

      Elimina
  24. Che vergogna. Non ti avevo commentato?? Eh si, ero proprio in vacanza: pc spento per tuuuuutto il periodo festivo.
    Ti dirò, anche io come altre qui sopra sto scoprendo il tè solo alla veneranda età dei 30 e quindi finalmente è arrivata per me l'ora di iniziare a far fuori le decine di scatole sparse per casa acquistate negli anni scorsi (chissà che aroma ormai...).
    Perchè quello che mi frega a me, di sti produttori di tè, sono più che altro i profumi e le scatole in metallo, mannaggia. Infatti proprio per questo conosco bene la Kusmi...............
    Comune bellissime foto e bella descrizione Roby. Brava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stavo pensando di toglierti il saluto per non aver letto il tuo commento dopo che mi avevi rotto le balle per sapere di Kusmi... :-) ovviamente scherzo!!! Anche io ho spento il PC e ho aperto un po' di libri impolverati che volevo leggere.
      Visto che sei diventata 'anziana' abbastanza da berti il tè, la prossima volta che ci vedremo allora sceglieremo una tecoteca e vai di assaggi.
      Abbracciii

      Elimina
    2. ahahahah nono il post l'avevo letto immediatamente dal cell dal quale leggo solamente e mando mail; per commentare invece mi tocca accendere (o non, in questo caso) quel cesso di pc che ho a casa oppure venire in ufficio....per quello sono in ritardo!
      fiuu salva. ;)
      perfetto per la tecoteca! tanto il caffè ormai lo sto eliminando pure io O_o

      Elimina
    3. lo sai che questa si chiama vecchiaia?! :-P

      Elimina
  25. Il tuo blog è meraviglioso! e anche io ho una passione per il rooibos :)
    La prima volta che passo da Milano non salterò questo piccolo angolo meraviglioso, grazie.
    Betty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Betty, grazie per i complimenti e benvenuta nel mio blog. Il rooibos è tra ' miei tè-non-tè preferiti e sono felice che ci sono altre persone che lo conoscono. Passo a trovarti dalle tue parti anche se ho già fato un'occhiata e vedo già un sacco di bei tutoria...

      Elimina
  26. Roberta ciao, buon inizio d'anno!
    Bellissimo reportage sul tè che io adoro letteralmente, ne consumerò quasi 2 litri al giorno... nero speziato alla vaniglia, al rabarbaro o verde con gli agrumi, con il gelsomino, bancha classico... mi fermo?
    Attualmente uso il Dammann e questo di cui parli tu ancora non l'ho provato ma adesso sta sicura che non mi sfuggirà!
    Grazie mille, un bacione
    Stefi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Stefy, buon inizio d'anno anche a te, sono passata dalle tue parti qs mattina ma non sono ancora riuscita a lasciarti un messaggio :-(
      2 litri di tè al giorno!? Caspita, allora sei la persona che fa per me, ti chiederò parecchi consigli. Il Dammann lo conosco, ho acquistato una confezione di tè nero e mi è piaciuto molto e il packaging è elegantissimo. Ci sentiamo via email.
      Un abbraccio e buona serata

      Elimina
  27. Ciao Roberta, anch'io come te sono un'amante sfegatata del té. Visto che sei così appassionata mi permetto di suggerirti un superlativo corso (comprensivo di degustazioni varie) organizzato dalle varie condotte di slow food. Di sicuro lo organizzando anche a Milano. A me si è aperto un mondo !
    http://coccoledidolcezza.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Cristina, ma che bel suggerimento che mi hai dato. Non conoscevo il corso dei Slow Food e proverò a verificare perchè mi piacerebbe poter imprare qualcosa di più su questa bevanda. Grazie e buon w/e :-)

      Elimina
  28. Per tanto tempo mi sono tenuta lontana dal tè perché da piccola quando mi ammalavo mi somministravano litrate di tè nero con zucchero e limone (al solo pensiero adesso mi sento male...). Per fortuna però ho scoperto il tè verde (per me è solo giapponese, gli altri non sono all'altezza, il top è il sencha con riso tostato) e ho rifatto pace con il tè. Ho scoperto anche il Roiboos e a volte mi piace anche l'Earl Grey. Lo bevo rigorosamente senza zucchero, senza latte né limone... Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. odddio! Il tè dell'ospedale! Quello sì che è un vero choc! Ti capisco se per un po' hai smesso di bere tè.
      Però ti sei 'ripresa' il tempo perduto alla grande! il Sencha è il tè giapponese che ho preso io e devo dire che è davvero moltoooooo buono, lo trovo poco invasivo ma con un gusto 'presente' al palato.
      Beh, il roiboos ha anche un valore sentimentale visto che mi ricorda il viaggio in Namibia...
      un abbraccio a te.

      Elimina
  29. Toooooooooooorna, sta casa aspetta a teeeeeeee! ;o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valeeeeeeee!!! Sto in cucina a pensare, ma finalmente vedo la luce...torno subito! :-)

      Elimina
  30. vedi che c'è una Roberta sempre più in ritardo di te? :-))
    adoro Kusmi. non dico che sia il migliore ma quelle scatole son così seducenti! l'ultima volta che son venuta a milano ne ho comperate 3 e poi a natale ne ho ricevuta un'altra. meraviglia!
    baci Rob e auguri per questo 2013. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uffa!! Avevo scritto una risposta ieri e non so perchè Blogger non me l'ha pubblicata :-(
      Cmq cara Robi, il ns ritardo deve essere colpa del nome che portiamo, e in ritardo ti auguro un buon 2013!!
      un bel abbraccio

      Elimina
  31. Nella mia vita il 3 occupa il terzo posto tra le bevande, spesso il secondo: bollicine a cena con le amiche, caffè - la mattina quando è l'unica cosa gradevole che so mi toccheranno per le successive 12 ore - Thè, sempre. Sempre buono, nessuna contro indicazione, consolante.
    Come stai carissima?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche tu teinomane?? Allora dobbiamo teificare insieme qualche volta, che dici? Si può fare?
      Così mi racconti della donna che sussurrava ai surgelati! ;-)
      Tutto bene Mari, diciamo in ripartenza.

      Elimina
  32. ciao Cara Roby, ripasso da te per salutarti e mi riprendo una tazza di tè! Forse sabato prox andrò a vedere la mostra di Fausto Melotti (lo conoscerai di sicuro) e con l'occasione spero di riuscire anche ad andare a visitare questo fantastico tempio del tè! Baci e abbracci ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Stefi, confesso che Melotti con lo conoscevo, poi sono andata sul web a vedere i suoi lavori e mi piacciono molto!!
      Prendi pure tutte le tazze di tè (virtuali) dal mio blog e fammi sapere cosa ne pensi di Kusmi :-)
      Un abbraccione

      Elimina
  33. woooow! io ci starei le ore dentro a questi posti, meno male che abito a venezia!! haha :)
    anche io ho cominciato con l'enne-enne, per poi passare al t.......s che ha sempre più varianti, però i miei tè preferiti sono proprio gli infusi di erbe aromatiche come il tiglio, oppure speziati come quello allo zenzero.

    felice di averti scoperta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhaha!! Ah bene, io tra i profumi di tè e spezie ci potrei vivere :-)
      Anche io ho a casa un tè al tiglio e mi piace molto variare passando dal classico tè puro a quello arricchito con altri profumi.
      Sei a Venezia?! Mamma mia, da quanto tempo manco dalla tua città! Felice di conoscerti, adesso passo a trovarti.

      Elimina
  34. Questi posti sono sempre troppo lontani da casa mia, ma potrei sempre trasferirmi e metterci le tende ;)

    Mi piace come scrivi, tanto!!!

    Subito tra i preferiti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica e ben arrivata da queste parti. Se proprio Kusmi ti incuriosisce, c'è un comodissimo sito web dove potrei acquistare on line quello che più ti ispira...sarà difficile ma non puoi sbagliare perché sono tutti da assaggiare!!
      Buona serata

      Elimina
  35. ciao Roberta... che dire? Tu ed io abbiamo molte esperienze "in comune".
    Dopo quella della cena al buio (a cui io non ho partecipato, ma insomma, frequentando spesso non vedenti ti ho capita perfettamente) ora arrivo qui e trovo... il mio adorato Kusmi (mio... magari!)!
    Scoprii questo tè molti anni fa, a Nizza e per un breve periodo continuai a comprarlo anche in Italia in un negozietto della mia città, ora scomparso.
    Ora un po' di nostalgia per i miei viaggetti oltrefrontiera me l'hai fatta venire, forse sarebbe ora di riprenderli...
    Intanto se andrò a Milano non mancherò di visitare questa boutique.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Toh guarda, Kusmi l'ho appena scoperto ma meglio tardi che mai. E se verrai a Milano, da Kusmi ci andremo insieme!! Un abbraccio gigante

      Elimina
  36. p.s. per i coni puoi farli cuocere in forno, come per le tegoline valdostane. La difficoltà è che non potendoli far cuocere uno alla volta devi essere velocissima ad arrotolarli perché non appena cominciano a raffreddare perdono la duttilità diventando croccanti...
    Ma sono abbastanza veloci a cuocere anche in forno e magari potresti fare infornate successive di tre/quattro cialde...
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille, ci proverò sicuramente a breve (magari ti scrivo in privato per avere qualche dritta in più), ciaoooo

      Elimina
  37. Ti scrivo qui: fammi sapere come viene. Mi hai fatto venire voglia di rifarla. Non ho pomodori buoni visto il periodo ma la mia polpa pronta è perfetta. Manca solo il pane giusto (ultimamente non me ne avanza mai una fetta).
    Il pane è l'elemento chiave. Un piatto che mette gioia ad ogni cucchiaiata. Ti abbraccio forte. Pat

    RispondiElimina
  38. Io non potrei vivere senza tè... e il mio sogno sarebbe aprire un negozietto che ne vende di tutti i tipi e gusti, come quelli dove mi perdo ore e ore e amo tornare almeno una volta al mese... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti capisco Francesca. Io invece sogno di aprire un negozio di spezie magari potremmo aprire i nostri spazi uno vicino all'altro perchè tè e spezie per me hanno un legame indissolubile.
      Grazie per aver condiviso il tuo sogno :-)

      Elimina